martedì 25 novembre 2014

Una pagina bianca che non riesco a riempire

Negli ultimi tempi sono riuscita a scrivere davvero poco. Eppure il giardino era ed è tuttora molto vitale! Ci sono ancora rose in fiore e le foglie che cadono colorano delicatamente il prato... 
Il fatto è che il mio sguardo non riesce a soffermarsi su questi particolari ma continua a posarsi su quella spettrale zona nuova e vuota davanti alla casa, riempita solo dalla mia auto messa di traverso. 
In questi anni ho cercato di rinnovare un vecchio giardino e per farlo ho sempre avuto delle grosse limitazioni: alcune piante e la disposizione degli spazi sembravano inalterabili per il loro valore sentimentale. Paradossalmente, però, il dover rispettare dei paletti ha sempre rappresentato per me anche uno stimolo. Incorporare quegli elementi in un progetto personale era una sfida stimolante.
Nell'ultimo paio d'anni la situazione è radicalmente cambiata. Prima è crollato il pergolato sul retro della casa a causa della neve, poi il garage è stato convertito in magazzino, poi è stato sradicato il grande glicine di fronte a casa  e cambiato il cancello che aveva rovinato, poi ancora è morto il vecchio melograno e adesso, per finire, se ne è andata anche la trentennale Magnolia soulangeana... 
Insomma... Mi trovo davanti ad uno spazio che non riconosco più e che non riesco a reinventare: mi mancano i punti di riferimento! Avrei voglia di riempire questi vuoti ma non so come, sebbene mi stia arrovellando sulla questione da mesi!
Sarò in grado di uscire dall'impasse?

Io e la mia assistente constatiamo con perplessità la rapida mutazione del nostro giardino... (Sullo sfondo rose White Meidiland)


mercoledì 19 novembre 2014

Viva e vegeta!


La grande Stella di Natale che ci è stata regalata lo scorso anno è ancora tra noi e le foglie stanno perfino arrossendo! Che fatica, però! Ma quanto delicata è questa pianta?
La abbiamo portata in casa dopo che abbiamo svuotato il terrazzo per il periodo invernale e per ora regge! Abbiamo rivoluzionato la disposizione dei mobili per fornirle la luminosità e la temperatura ideale. Qualche foglia, però, comincia già a perderla! 
Il nostro scopo è quello di farla sopravvivere fino a primavera, come quest'anno: una volta portata fuori dovrebbe ritrovare la piena forma. 
E' una sfida! Riusciremo a vincerla di nuovo?



lunedì 17 novembre 2014

Giardini storici andalusi (Seconda parte): Casa de Pilatos a Siviglia

Siviglia è un paradiso per gli amanti di arte, storia e cultura. E' difficile elencare in poche righe tutte le sue meraviglie: il quartiere ebraico con le sue vie acciottolate, le piazzette con fontane e alberi carichi di arance, i localini tradizionali che offrono decine di tipi diversi di tapas, l'Alcazar con i suoi palazzi e giardini, l'immensa Plaza de Espana, il moderno Metropol Parasol dai tetti a forma di fungo... 
Come al solito mi concentrerò su un giardino, quello della Casa de Pilatos.
Il palazzo, ancora abitato dai proprietari, si trova a pochi passi dell'Albayzìn, il quartiere ebraico di Siviglia, esattamente dove si trovava la strada principale della città in epoca romana, il decumano massimo.
Il palazzo nacque alla fine del Quattrocento e fu ampliato nei secoli seguenti attraverso l'acquisizione di terreni ed edifici circostanti da parte dei proprietari, gli Enriquez de Ribera. 
Nel XVI secolo, sotto l'influsso dell'architettura rinascimentale italiana, il palazzo subì le modifiche più

venerdì 26 settembre 2014

Giardini storici andalusi (Prima parte): i giardini pensili del Palacio del Rey Moro a Ronda

Finalmente è iniziato l'autunno! 
Questa è una stagione che amo almeno quanto la primavera per i suoi colori e profumi: i gialli e i rossi accesi delle foglie che iniziano a cadere, il profumo di muschio e di funghi... 
Per la sottoscritta c'è un motivo in più per amare questo periodo dell'anno: disporrò di nuovo di abbastanza tempo per potermi dedicare al giardinaggio! 
In effetti ho già in mente qualche piccolo progetto: per scaramanzia non ne parlerò... La pigrizia, che al momento è la mia peggior nemica, potrebbe affossarli!
Per festeggiare l'inizio di questa stagione, che spero sia meno piovosa dell'estate, e le vacanze che anch'io comincio a intravedere all'orizzonte, ho deciso di tornare a scrivere di giardini storici. E' da un po' che non lo faccio! Sarà un'occasione per ricordare il mio viaggio dell'anno scorso in Andalusia, tra paesaggi bruciati dal sole e rigogliosi giardini in stile arabo. 
I primi giardini che ho visitato sono stati i giardini pensili del palazzo del Rey Moro a Ronda.

Panorama da Ronda: la città è divisa in due da questa incredibile spaccatura, sul cui fondo scorre il fiume Guadalevìn
Ronda è una cittadina famosa innanzitutto per il suo

giovedì 4 settembre 2014

Rassegna di inizio settembre

Mi rifaccio viva dopo bel un po' di tempo e di piogge torrenziali per accompagnarvi in un giretto di controllo nel mio piccolo giardino!
Visto il clima autunnale non posso non mostrare per prime le zucche: non vengono esattamente dal giardino ma pur sempre dall'orto di casa! Belle, vero?


giovedì 14 agosto 2014

La mia Hydrangea paniculata Limelight

Nonostante gli impegni lavorativi sono riuscita a fare un piccolo servizio fotografico alla pianta più bella del giardino in questo momento: la mia Hydrangea paniculata Limelight! 
Le cose che più mi piacciono di questa ortensia sono la forma conica dei mazzetti fioriti e le fresche pennellate di verde acido sui petali!


giovedì 31 luglio 2014

La mia siepe mista profumata: il caprifoglio (Lonicera caprifolium)

I fiori del mio caprifoglio 
Ricordo con grande nostalgia la vecchia e profumatissima siepe di rosmarino, morta dopo decenni per una terribile gelata primaverile... Era una siepe molto originale, che consiglierei di creare a chiunque: io non la ho ripiantata solo perché cresce un po' troppo lentamente per le nuove esigenze di copertura del giardino. 
Una parte di quella siepe è stata sostituita da un falso gelsomino e un'altra parte da un caprifoglio: perché ho citato quest'ultimo così poco finora? Vale proprio la pena di

giovedì 24 luglio 2014

Barattolo germogliatore e croccanti semi di girasole

Un germoglio di girasole
Dopo l'insuccesso col germogliatore di terracotta ho deciso di provare  il barattolo germogliatore e ho scelto di provare uno dei tipi di seme più adatti a questo strumento, quelli di girasole (Heliantus annuus). 
Con il barattolo di vetro mi sono trovata molto bene! Essendo completamente chiuso, inoltre, lo trovo molto adatto per essere usato durante l'estate: gli insetti che inevitabilmente

martedì 22 luglio 2014

Aggiornamento fotografico sulle petunie del Centro Sperimentale Ortofloricolo "Po di Tramontana"

Pochi mesi fa  (link) ho parlato del lavoro svolto su petunie e gerani nel Centro Sperimentale Ortofloricolo 'Po di Tramontana'. Io non sono riuscita ad andarlo a visitare personalmente ma ho ricevuto qualche immagine dall'amico Garden's Hood che ci è appena stato e trovo interessante condividerle!
In queste immagini si vedono decine di varietà diverse di petunie stupende! Vedi una petunia ed è subito estate, non c'è niente da fare! Personalmente mi piacciono moltissimo quelle nere e quelle giallo paglierino che di vedono a sinistra nella prima fotografia!
Tra l'altro il 31 luglio alle 9:30 sarà possibile partecipare a una visita guidata alle prove varietali di peperone e di melanzana in coltura protetta e saranno visitabili anche i confronti varietali di pomodoro a grappolo e allungato (tipologia ‘nasone’ ) innestato e i test estivi di petunia (quelle delle fotografie che seguono) e geranio interspecifico in fioriera.  
Come al solito io sarò incatenata al posto di lavoro...


venerdì 18 luglio 2014

Mix di foglie

Inevitabilmente in un giardino lo sguardo del visitatore viene catturato per prima cosa dai fiori: ciò nonostante le potenzialità decorative delle foglie non vanno affatto sottovalutate. Le loro forme, consistenze e colori possono essere diversissime tra loro e saperle abbinare in maniera varia e armoniosa è indispensabile per creare degli effetti interessanti e fare in modo che il proprio giardino sia affascinante in tutte le stagioni! 
I grandi giardinieri sono abilissimi nel creare questo tipo di accostamenti: non per niente sono dei professionisti! Più difficile è ottenere dei risultati gradevoli per giardinieri a tempo perso come me!
Quest'anno casualmente ho abbinato un'Alcea rosea Chater's Maroon a dei Nasturzi. Si tratta di due piante rustiche dalle foglie grandi e tondeggianti: così mischiate mi piacciono moltissimo! Un bel mix, mi pare! Fa molto cottage garden!  



martedì 15 luglio 2014

Sospeso...

Questo (solo per ora) ragnetto al centro della sua tela tra le ortensie sembra fluttuare nell'aria!


sabato 12 luglio 2014

Questione di vaso: Sansevieria salvata!

Anche se non mi trovo a casa mia talvolta non posso proprio esimermi dal dare un buon consiglio di giardinaggio (non richiesto, naturalmente!) 
Un giorno, non molto tempo fa, ad esempio, ho notato una Sansevieria moribonda in un bel vaso di ceramica bianca e, memore dei recenti problemi di drenaggio delle ortensie del mio terrazzo, non ho potuto fare a meno di domandare se il vaso avesse o meno un foro alla base per far uscire l'acqua delle innaffiature. 
Il foro, come sospettavo, non c'era: per questo la pianta stava per morire! 
Abbiamo recuperato al volo un vaso forato qualsiasi e abbiamo trapiantato immediatamente la Sansevieria nella speranza che si potesse riprendere. 
La abbiamo inoltre sistemata in una zona del terrazzo in ombra molto luminosa mentre prima si trovava in pieno sole, un'esposizione poco adatta a lei.
Ed ecco la Sansevieria qualche settimana dopo: tutte le piccole foglie alla base sono nate dopo il rinvaso e le foglie più alte, che erano pallide e flosce, adesso sono verdissime e dritte come spade! 
Missione felicemente compiuta!

giovedì 10 luglio 2014

Secondo round: germogli di erba medica / alfalfa

È arrivato il momento della seconda "infornata" di germogli! 
La prima volta abbiamo usato il trifoglio,  stavolta i semi di erba medica (Medicago sativa L. ),  detta anche alfa-alfa, che in arabo significa "padre di tutti i cibi" . 
Non avrei mai pensato di mangiare erba medica: la coltiviamo nel campo vicino casa come foraggio per cavalli! Ne sanno di cibi sani, questi equini! Scherzi a parte, nell'alimentazione umana questa pianta viene consumata sotto forma di germogli,  freschi e non cotti! 
Come impiegarli?  Il modo più semplice è mangiarli conditi da soli o all'interno di un'insalata,  ma si possono usare anche per il ripieno di un panino, di una piadina, di un'insalata di riso adesso che è estate...  
I germogli di erba medica non sono molto diversi da quelli di trifoglio nell'aspetto e nel sapore, solo che sono necessari sei e non quattro giorni perché arrivino a "maturazione". 
Questi germogli sono ricchissimi di vitamine, sali minerali,

sabato 5 luglio 2014

Welcome in the jungle!

Quei tipi tosti dei Guns N'Roses di certo non avrebbero mai immaginato che sarebbero stati tirati in ballo in un discorso così poco trasgressivo come il giardinaggio... Tant'é: quando passo attraverso il terrazzo di casa mia non posso fare a meno di:
1. Pensare che da tutto quel fogliame potrebbe uscire qualsiasi cosa; 
2. Canticchiare tra me e me la loro celeberrima canzone! 
Non potevo proprio titolare questo post altrimenti, insomma!
La giungla in questione è come al solito opera di mia madre, regina incontrastata delle piante in vaso.
La maggior parte delle piante sul terrazzo viene ricoverata in una piccola serra o in uno dei garage a fine autunno per essere ricollocata al proprio posto in primavera.  Solo le petunie, che d'inverno non sopravvivono, vengono acquistate ogni anno.
Dracene, Ortensie, Gerani zonali ....
Gerani e surfinie, come si vede, dominano come ogni anno; non sono certamente una scelta originale per un terrazzo ma non è affatto difficile capire i motivi del loro generale e inarrestabile successo: sono di pronto effetto, economici,  non sono troppo difficili da mantenere e la loro fioritura è abbondante e prolungata per tutta l'estate. In fin dei conti non sono per niente male!
Oltre a gerani e petunie ci sono diversi vasi di Dracena, nome nobile del tronchetto della felicità. La pianta più vecchia, dalla quale derivano tutte le altre che ci sono, altro non è che un regalo fatto ai miei genitori in occasione del loro matrimonio: ha quindi più di trent'anni! Presa isolatamente la Dracena non mi fa impazzire, ma mescolata a

mercoledì 2 luglio 2014

Rassegna di inizio luglio

Cosa c'è di fiorito in questo momento nel mio piccolo giardino oltre ai nuovi arrivi? 
Qualche rosa che è rifiorita, come la Pierre de Ronsard...


La Clair Matin...


La Rosa chinensis mutabilis...


E la Grace...


Inoltre ci sono le ortensie! 
Inizia a fiorire l'Hydrangea paniculata Limelight...


Mentre le infiorescenze della quercifolia cominciano ad arrossarsi...


Inoltre c'è un bel gruppo di margheritoni sotto la banksiae...


E, molto defilata sotto la rosa Paul's Scarlet Climber, una Fuchsia bicolore!



lunedì 30 giugno 2014

Ultimi acquisti piantati!

Oggi ho messo a dimora gli acquisti di giovedì scorso, cioè la Perowskia atripicifolia Blue Spire, l'Echinacea purpurea Magnus e la Verbena bonariensis!  
L'effetto per adesso è quel che è... Dovrò attendere pazientemente che le piante si allarghino! Spero, quindi, che crescano a dismisura nei prossimi mesi e che nel 2015 facciano il botto! 
Ragazze, datevi da fare! Questo giardino ha bisogno di fioriture estive!!!

Appena piantate! Da davanti: Perowskia atripicifolia Blue Spire (profumata!), Echinacea purpurea Magnus e Verbena bonariensis! Le foglie argentate sono di Stachys olimpica. Sullo sfondo si intravedono iris, rose e acero rosso.

domenica 29 giugno 2014

Sole, vento e acqua: errori forzati con le ortensie (Hydrangea macrophylla)

Sono una di quegli pseudo giardinieri che se si impuntano su una pianta non possono fare a meno di provarla neanche se non hanno lo spazio necessario per metterla a dimora o non possono fornirle l'esposizione ideale. 
Per lo più i miei tentativi si rivelano fallimentari, naturalmente! Talvolta, però, ho ricevuto delle insperate sorprese! Ho scoperto, ad esempio, che i Geranium a casa mia crescono bene anche al sole! Con le  ortensie mi è andata un po' meno bene! 
Le mie ortensie macrophylla più giovani sono delle talee e stanno diventando molto rigogliose,  come si vede anche dalle immagini. 



Le ho sistemate nella zona più ombrosa del giardino dove

sabato 28 giugno 2014

Qualche nuovo acquisto: perenni a fioritura estiva (Perowskia atriplicifolia Blue, Spire, Echinacea purpurea Magnus, Verbena bonariensis)

I miei acquisti di ieri: messa a dimora programmata per lunedì!
Dopo aver raccolto nei giorni scorsi consigli e idee sono andata a fare shopping: obiettivo perenni a fioritura estiva! 
Sono abituata a fare spese a inizio primavera,  quando le piante nei vasi del vivaio hanno solo qualche fogliolina e bisogna lavorare molto con l'immaginazione! Adesso che è estate la situazione è ben diversa: tantissime piante che avevo visto sempre solo in fotografia erano fiorite lì davanti a me! Una festa! Di fronte a tante novità è stato difficile restare concentrata sul mio bigliettone con la lista di papabili! 
Dispersa tra le echinacee! 

Sebbene il sole fosse cocente e io un po' troppo vestita, non riuscivo a smettere di girare tra le corsie e nonostante i miei appunti mi sono trovata in grosso imbarazzo nello scegliere. 
Alla fine, dando un'occhiata alle bordure di stagione realizzate dai vivaisti,  mi sono resa conto che queste avevano proprio le caratteristiche che cercavo e che contenevano anche delle perenni suggeritemi proprio qui sul blog!
Ho fotografato le aiuole in questione proprio male ma ci si può fare un'idea di com'erano ugualmente. 
Nella prima immagine si possono riconoscere l'Echinacea purpurea Sunrise, la  Perowskia e poi un paio di  graminacee (quella nei toni dell'azzurro mi è parsa una Festuca, l'altra è una Stipa tenuifolia), qualche Scabiosa Chile Black e infine (forse) una salvia. 
Accostamenti estivi proposti dal vivaio: in primo piano la stupenda Echinacea purpurea Sunrise, nei toni del giallo e del verde 

In un'altra parte della bordura alle perenni precedenti si aggiungevano la Verbena bonariensis e il Cynara cardunculus...  Che chicca! Quindi la mia idea dei carciofi in giardino non così era poi così  assurda e originale
Accostamenti estivi proposti dal vivaio

Un altro accostamento stupendo che non ho fotografato ma che mi ha lungamente tentata è stato quello proposto in un'altra aiuola che era costituita tutta da Verbena bonariensis bordata da Gaura rosa (che ho recentemente conosciuto tramite il blog di Ornella "Lavanda e rose") e Stipa tenuifolia
Verbena bonariensis, Gaura, Stipa tenuifolia (immagini singole tratte dal sito del vivaio Priola)
Dopo aver girato come una trottola dappertutto ho quindi acquistato:
1. Perowskia atriplicifolia 'Blue, Spire', suggeritami da pontos pontos di "Blog piante perenni";
I minuscoli fiori della Perowskia atripicifolia Blue Spire visti da vicino

2. Echinacea purpurea Magnus, che ho visto non solo in rete ma anche dal vivo nelle mie (trendy) aiuole comunali. 
La giallo-verdognola Echinacea purpurea Sunrise mi sarebbe piaciuta più di questa ma avrei sforato il mio budget! Per ora mi accontento della più economica ma graziosissima Magnus!
Il fiore più aperto di Echinacea purpurea Magnus tra quelli delle piante da me scelte

3. Verbena bonariensis,  un mio vecchio pallino... La ho vista proposta proprio in abbinamento a Perowskia ed Echinacea nella bordura del vivaio...  Doveva essere destino che fosse mia! 
La mia Verbena bonariensis: in attesa di messa a dimora anche lei!
Fine degli acquisti! Spero che le nuove entrate si ambientino presto e bene! 
E in aggiunta... Ho pensato che tra qualche tempo dovrei proprio fare una passeggiatina extra per raccogliere qualche seme dai fiori delle aiuole del centro.... Negli ultimi anni propongono delle varietà di perenni niente affatto banali: se una pianta funziona in una rotonda cittadina non può che funzionare anche a casa mia! Con tutte le mie amorevoli cure, poi...! 

lunedì 23 giugno 2014

A caccia di ispirazione: appunti per accostamenti tra perenni a fioritura estiva

Continuando il discorso delle fioriture estive, ho approfondito le ricerche e ho trovato qualche immagine  d'ispirazione in rete. Quelle che più mi hanno colpito sono nei toni del rosa, del bianco e del blu. Elemento ricorrente l'Echinacea...
La caccia all'abbinamento però continua!

1. Monarda ed Echinacea purpurea
Link
2. Echinacea e Selinum wallichianum

sabato 21 giugno 2014

Cercasi perenni estive disperatamente

Dopo essermi dedicata a bevande esotiche e germogli torno al mio primo amore, il giardinaggio duro e puro
In questo periodo dell'anno mi trovo sempre in difficoltà: il giardino è lussureggiante ma è tutto verde.  Pochi fiori, niente macchie di colore... Per assurdo lo trovo un po' "freddo "!  
Al momento nella zona al sole sono in fiore solo  la chinensis mutabilis (unica rosa a essere già rifiorita), delle hemerocallis rosse, il Tanacetum parthenium e i nasturzi.  


Rosa chinensis mutabilis ed Hemerocallis

venerdì 20 giugno 2014

Pronta a sperimentare: semi e germogliatori Geo

Poco tempo fa ho scoperto che è possibile far crescere in casa i germogli di vari tipi di pianta a fini alimentari e ho provato per la prima volta un germogliatore. 
La Geo - Bavicchi, produttrice del germogliatore e dei semi che ho utilizzato, mi ha dato ora la possibilità di provare una campionatura dei propri prodotti.  La cosa naturalmente mi fa molto piacere! 
Adesso ho a disposizione vari tipi di germogli anche in mix e due nuovi germogliatori: uno formato da un vasetto trasparente e uno di terracotta, che è un vero e proprio pezzo d'arredamento!
Tra i germogli ci sono anche quelli mucillaginosi: mi intimoriscono ma adesso che li ho a disposizione darò loro una chance, ovviamente! Magari diventeranno i miei preferiti! 
Ho un sacco di materiale da testare, insomma! Sta a vedere

giovedì 19 giugno 2014

Dal giardino al bicchiere: dalla Mentha spicata Moroccan alla limonada y hierbabuena

La mia limonada y hierbabuena
Lo scorso autunno ho passato le mie vacanze in Andalusia, spostandomi tra le città più famose della regione coi i mezzi pubblici.  Ronda,  Siviglia, Cordoba,  Granada... Una successione di meraviglie  architettoniche e di giardini lussureggianti immersi in una fiabesca atmosfera araba medievale!
In campo culinario la cosa che più mi è piaciuta (insieme allo jamon de Bellota) è la limonada y hierbabuena bevuta a Granada nella zona delle teterie, in particolare al ristorante "Arrayanes". Si tratta di una bevanda araba molto dissetante e digestiva che ha accompagnato le mie scorpacciate a base di falafel e cous cous. Mi ero ripromessa di tentare di riprodurla a casa e finalmente con l'arrivo dell'estate é giunto anche il momento propizio per avviare il mio esperimento!
Gli ingredienti non sono difficili da reperire: limone,

lunedì 16 giugno 2014

Aneddoti familiari in memoria del melograno

Un frutto del mio melograno dello scorso anno
Non credo di essere l'unica ad aver vissuto questa sgradevole esperienza "giardinicola": una vecchia pianta che ha superato mille tempeste all'improvviso muore. Mi è successo quest'anno e la vittima è illustre: si tratta del melograno di fronte all'ingresso di casa.  
E' un vero peccato! Il melograno è un albero di dimensioni contenute dato che non supera i 5/7 m e perciò adatto a piccoli giardini come il mio: non dovevo capitozzarlo, come fa il mio vicino con i suoi alberi magnifici ma troppo

mercoledì 11 giugno 2014

Prime conferme dalla mia Hydrangea quercifolia

Dopo averla a lungo bramata, l'anno scorso ho finalmente comprato una Hydrangea quercifolia: quest'anno, quindi, ne ho atteso la fioritura con impazienza! 
Non è cresciuta moltissimo rispetto a quando la ho piantata ma mi rendo sempre più conto che gli arbusti hanno bisogno di almeno un paio d'anni per ambientarsi definitivamente e "partire". 
Anche se non è ancora molto grande, l'ortensia ha prodotto una decina di pannocchie fiorite, perciò non mi lamento!
Ecco com'era a fine maggio, stretta tra un paio di macrophylla!




venerdì 6 giugno 2014

Redivivi nasturzi...

Ricordo con nostalgia e insieme angoscia la serra del giardino di qualche anno fa col pavimento ricoperto completamente di semenzali... Che soddisfazione ma quanto impegno!!! Troverò più la voglia di cimentarmi seriamente con semi, vaschette e nebulizzatori come allora? Chissà!
Come "riscaldamento" questa primavera ho messo da parte un po' di pigrizia e ho effettuato di nuovo una semina: quella dei nasturzi. I nasturzi germinano con estrema facilità: non a caso mi sono potuta permettere di seminarli direttamente a terra! Una breve grandinata, però, ha devastato le loro sottili e ampie foglie poco tempo dopo che si erano formate. Oltretutto erano anche state appena calpestate dalla mia cagnolina, troppo intenta a minacciare il cane dei vicini per badare a dove metteva le zampe. Credevo quindi che le piantine sarebbero state una schifezza per il resto della stagione! In poco tempo, invece, sono cresciute nuove foglie che hanno coperto le vecchie brutture.

Le foglie ricresciute dopo la grandinata ancora senza fiori
Alla fine è timidamente spuntato il primo fiorellino

mercoledì 4 giugno 2014

Tuscany Superb, la più bella tra le belle

Quest'anno ho incoronato come rosa più affascinante del mio giardino la gallica Tuscany Superb: non potevo astenermi oltre dal mostrarla in tutto il suo splendore! 
I fiori sono piccoli (3-4 cm di diametro) ma riuniti numerosi in mazzetti profumatissimi.



lunedì 2 giugno 2014

Una nuova avventura: come usare il germogliatore


SOMMARIO

- Introduzione: utilità dei germogli nell'alimentazione e come ho scoperto i germogliatori

- Informazioni pratiche preliminari 


- Come usare il germogliatore e coltivare i germogli (non mucillaginosi) in casa          

          1. Preparazione dei semi (trifoglio)         
          2. Primo giorno
          3. Secondo giorno
          4.Terzo giorno
          5. Quarto giorno


- Conservazione dei semi


- Germogliatori in serie e germogliatori fai da te


- Assaggio (germogli di trifoglio) e riflessioni finali



Coltivare germogli in casa: sarà anche questo giardinaggio? Perché no!?!? Magari molto in piccolo... ! 
Non sono una salutista, purtroppo, ma se una volta tanto qualcosa che mi piace fa anche bene non disdegno certo di mangiarla! 

- Introduzione: utilità dei germogli nell'alimentazione e come ho scoperto i germogliatori

Questo è un germogliatore come quello che abbiamo acquistato
Vado matta per la cucina orientale in cui i germogli di soia non mancano mai. La mia capa, sapendolo, mi ha portato da assaggiare quelli che aveva prodotto col suo nuovo e fiammante germogliatore. Sono stata veramente colpita dalla loro bontà! Quelli che si trovano in scatola al supermercato sanno solo del loro brodino conservante e al banco frigo i germogli freschi non si trovano spesso! 
Non sapevo che esistesse un aggeggio del genere e nemmeno che si potessero mangiare i germogli di un sacco di piante! Ciascun tipo di germoglio ha qualità diverse ma la cosa che hanno tutti in comune è che sono particolarmente ricchi di enzimi, vitamine e sali minerali dato che in fase di germinazione il seme è all'apice del suo contenuto energetico e nutritivo. Il

sabato 31 maggio 2014

Le ciliegie del mio giardino!

Dopo i carciofi dell'orto ecco le ciliegie! Loro, però, provengono direttamente dal giardino!
Nel mio piccolo giardino per forza di cose non sono presenti molte alberature. L'albero più importante è il ciliegio, che è sempre stato avaro di frutti: una decina di ciliegie l'anno, per capirsi...  
Questa primavera finalmente sono giunte a maturazione parecchie ciliegie! Sono deliziose: molto croccanti e con un sapore leggermente acidulo! Tutt'altro rispetto a quelle che si comprano in supermercato!
Spero che d'ora  in poi l'albero fruttifichi abbondantemente ogni anno!

Una ciotola con le ciliege dell'albero che si trova nel mio giardino: buonissime!

venerdì 30 maggio 2014

Primizie dall'orto: i carciofi

Non ne scrivo mai perché non me ne occupo personalmente ma a casa mia non ci facciamo mancare nemmeno l'orto! 
Ieri la mia arzillissima nonna ha raccolto i carciofi: erano così graziosi (oltre che pieni di formiche...) che non ho potuto resistere alla tentazione di scattare un paio di fotografie per il blog!  




I carciofi sono uno di quegli ortaggi che non sfigurano affatto nemmeno in giardino. Il mio vicino di casa, ad esempio, li ha piantati lungo un lato della recinzione di casa sua: con le loro grandi foglie dall'aspetto un po' esotico fanno un effetto niente male arrivando dalla strada! In fiore, poi, sono uno spettacolo!

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...