venerdì 29 marzo 2013

Ode al bosso

Un bosso come quello che si trovava nel mio giardino tanti anni fa!
Quando attendo la primavera penso sempre a come potrei arricchire le aiuole del mio piccolo giardino. 
In questi giorni mi sono persa nei ricordi "giardinistici" d'infanzia, quando al posto della zona principale del giardino c'era l'orto. L'orto era delimitato su due lati da una striscia di terra larga un paio di metri riempita da fiori misti e qualche sempreverde scelto da mio nonno (un giardiniere burberissimo che mi ha trasmesso, però, la passione per le piante). Nell'angolo in cui si trova adesso la rosa Paul's Scarlet c'era un favoloso bosso alto e largo circa 50 cm topiato nella classica forma sferica: aveva persino un nome, era Il Puffo! Se lo si toccava sembrava di accarezzare una pelliccia! Che bei ricordi!

martedì 19 marzo 2013

Accidenti agli acciacchi...

Non sono di certo millenaria, eppure da alcuni anni soffro di un fastidiosissimo problema, la sciatalgia: nelle scorse settimane i dolori  alla gamba si sono acutizzati, mi sono bloccata e ho dovuto lasciare a metà anche le mie opere di potatura. 
Oggi, dato che comincio a star meglio, sono andata a fare un giro in giardino e mi sono resa conto che è troppo tardi per terminare il lavoro che avevo cominciato: le foglie nuove sono ormai spuntate!
Ho il vizio di non potare una pianta alla volta, ma di tenerne in ballo tre o quattro contemporaneamente perché così mi annoio di meno: adesso, quindi, mi ritrovo con parecchie rose dal look... Imbarazzante! Quelle più disastrate sono la Rival de Paestum e la Safrano, che hanno il davanti potato e il dietro 30 cm più alto e la Pierre de Ronsard, potata a metà. 
Per fortuna le rose sono piante robuste e di certo vivranno bene lo stesso, anche se sghembe! Che peccato, però!!!
Per quest'anno si rinfodera la spada! Ops! Le forbici, intendevo, le forbici! 

giovedì 14 marzo 2013

mercoledì 6 marzo 2013

Un alleato per i piccoli giardini: il falso gelsomino o meglio rincospermo (Rhynchospermum jasminoides/Trachelospermum jasminoides)

Uno dei miei falsi gelsomini da vicino
Parte della recinzione del mio giardino è ormai da anni ricoperta da due rigogliosi falsi gelsomini. 
Il primo era stato acquistato per essere piantato in vaso e posizionato nel terrazzo ma dopo un paio di stagioni aveva cominciato a mostrarsi sofferente a causa del forte vento che sferza tutto l'anno quel punto della casa. E' stato perciò "liberato" e piantato nel vecchio orto. Quando l'orto è stato riconvertito in giardino il rincospermo, di dimensioni già notevoli, è stato potato (senza pietà)  e spostato definitivamente nel punto in cui si trova attualmente. Non c'era la certezza che sopravvivesse e si tramutasse in una bella siepe, ma per fortuna è andata proprio così! Qualche anno dopo accanto a questo primo esemplare ne è stato piantato un secondo (a circa 50 cm di distanza), che a differenza dell'altro si sta godendo una normale vita sedentaria!


Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...