martedì 30 aprile 2013

Punti di vista!

Oggi forse mi sentivo particolarmente romantica... Fatto sta che, scendendo come al solito dall'auto, ho notato che, visto dalla strada, il ciliegio dell'aiuola più grande sembra un cuore gigante! Carino, no? Peccato non averlo notato anche quando l'albero era tutto fiorito!



mercoledì 24 aprile 2013

La prima rosa dell'anno!

E' sbocciata la prima rosa della stagione! Si tratta, a sorpresa, di una Rival de Paestum
Attendo con particolare trepidazione la fioritura della banksiae lutea che dovrebbe cominciare nei prossimi giorni: l'arbusto rispetto all'anno scorso è diventato gigantesco! Credo che sarà spettacolare da vedere in fiore! 
Abbiano inizio le danze, quindi! 


mercoledì 17 aprile 2013

Ironia della sorte: la rosa a scopettone!

Quest'anno la mia stagione di giardinaggio sta cominciando maluccio! Ma andiamo per ordine...
Nel periodo in cui dovevo potare le rose sono stata "fulminata" dalla sciatalgia e così su diverse rose non sono riuscita a metter mano. Tra queste rose c'era l'inglese Gertrude Jekyll... Ho sempre saputo che è di suo un po' rigida e che tende a svuotarsi in basso in stile ht, ma non avrei mai immaginato che in mancanza dell'annuale potatura mi facesse uno scherzo del genere! Sembra uno scopettone!!! 
E dire che proprio lo scorso autunno avevo fatto sradicare un gruppetto di rose ht perché non mi piacevano per il loro portamento e, soprattutto, per la loro mancanza di foglie alla base... Eliminati quegli sgorbietti pensavo di non avere in giardino altre piante con quei difetti, invece è arrivata la beffa! La quasi insospettabile rosa Gertrude Jekyll è diventata all'improvviso una delle rose più orripilanti che abbia mai avuto! Cosa sono quei quattro rametti rinsecchiti con un ciuffo di foglie in cima? Non si può guardare! La mia vista ne è gravemente offesa!
Il prossimo anno la rapo a zero prima di tutte! Vedremo chi l'avrà vinta!

La somiglianza tra la mia Gertrude Jekyll e una scopa di saggina è a dir poco inquietante!

lunedì 15 aprile 2013

Pollonando pollonando...

Ecco cos'ho scovato in questi giorni... Polloni di rosa centifolia e della rosa gallica Incomparable d'Auteuil... Ci speravo!!! 


venerdì 12 aprile 2013

A caccia di ispirazione: ortensie, bossi e pulmonaria

Ho trovato quest'immagine su Pinterest e mi sono innamorata dell'accostamento che propone: Hydrangea quercifolia e bosso sagomato, innanzitutto! Sono due delle mie piante favorite del momento! Nella foto si distinguono bene le foglie variegate della Pulmonaria e, secondo me, quei fiori più a destra in basso potrebbero essere di Achillea. Vogliamo parlare infine di quella statua che spunta civettuola da dietro la sfera di bosso? Ma che delizia! 
Potrei mai riprodurre qualcosa del genere nel mio piccolo giardino? Mh... Mi fuma il cervello! 

Fotografia di Elke Borkowski

mercoledì 10 aprile 2013

Colpo di testa: due nuove ortensie!!!

Nella mia wishlist ci sono sempre state le ortensie, in particolare la quercifolia: lunedì era il mio giorno libero e ho deciso su due piedi di fare un giro a Treviso per comprare in uno dei miei vivai preferiti un paio di questi miei oggetti del desiderio! 
La scelta di ortensie era piuttosto ampia (ce ne sarà stata di certo almeno una trentina di tipi diversi) ma io mi sono diretta con sicurezza sull' Hydrangea quercifolia (12,00 €) e sull'Hydrangea paniculata Limelight (10,00 €)! 
Le ortensie amano stare a mezz'ombra o all'ombra, perciò le ho posizionate nella zona del  giardino più vecchia, ombrosa, quella meno curata ma più adatta alle loro esigenze. Il prossimo anno ne farò di certo delle talee da sistemare in altre parti del giardino.
L'Hydrangea quercifolia  fiorirà da giugno ad agosto e dovrebbe diventare alta 100/120 cm.

Come dovrebbe diventare la mia nuova Hydrangea quercifolia...

mercoledì 3 aprile 2013

L'erica? La lascio alle Highlands!!!

Della serie "non tutte le ciambelle riescono col buco"... Questa pianta mi ha fatto molto arrabbiare: tanto graziosa nel suo ambiente naturale quanto inadatta al terreno dei giardini delle mie parti.
Ogni anno i vivai qui intorno si riempiono irrimediabilmente di tentatrici eriche bianche e rosa. Quando qualche anno fa ho cominciato a riempire di piante  il mio giardino, le eriche mi sono sembrate interessanti per il loro aspetto spontaneo e selvaggio: ne ho prese sei, tre bianche e tre rosa.
In quel periodo ho comprato d'impulso anche alcune azalee, una camelia e delle pieris. Cosa hanno tutte queste piante in comune? Che sono acidofile! E qual è il problema? Che il mio giardino non ha un terreno acido! E a quali conseguenze ha portato questa faccenda? Che tutte queste piante nel giro di pochi anni sono diventate così stentate e brutte che le ho dovute rimuovere in blocco. Oggi di quei primi acquisti sopravvivono solo la camelia (che non riesce a portare a termine un fiore decente) e l'erica della fotografia sottostante. Da allora ho imparato una regola fondamentale:
mai piantare una pianta acidofila in un terreno non acido! Si consumerà a poco a poco!

La mia erica superstite  in autunno ai piedi di un gruppo di
  nandine e circondata da rose e aquilegie  nate spontaneamente

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...