martedì 31 maggio 2016

Un'altra rosa inglese: Gentle Hermione

Un paio di anni fa mia madre ha comprato due rose, una Gentle Hermione (rosa Austin) ed una Belle Romantica (rosa Meilland). Non sapevo dove collocarle, così le ho tenute in vaso. C'è poco da fare: le rose in vaso rendono meno che a terra. 
Questa primavera, allora, ho trovato un posto almeno per la Gentle Hermione, che liberatasi dal vaso è cresciuta a dismisura e finalmente è fiorita abbondantemente. 
Purtroppo a causa delle forti piogge non sono riuscita a fotografarla quando era in piena fioritura!
I fiori sono di un rosa molto delicato, i petali sono molto sottili ma non durano a lungo sulla pianta. 
Vedremo come andrà nei prossimi due anni: le rose hanno sempre bisogno di qualche stagione per adattarsi all'ambiente in cui vivono. 



martedì 17 maggio 2016

La siepe di rose

A causa delle piogge di questi giorni le mie povere rose antiche si sono tutte accasciate a terra: mi consolo con la siepe! E' formata da due rampicanti, la rossa Paul's Scarlet Climber e la gialla/rosa Phyllis Bide e la morbida arbustiva Centifolia.




Phyllis Bide e Paul's Scarlet Climber
Phyllis Bide Centifolia
Phyllis Bide Centifolia


Centifolia Paul's Scarlet Climber. Sullo sfondo Phyllis Bide

lunedì 9 maggio 2016

La mia rosa Clair Matin: da normale rampicante ad "alberello"


Negli anni scorsi in giardino c'era un lungo pergolato sul quale si arrampicavano vari esemplari di uva da tavola, in seguito sostituite da rose. Qualche inverno fa, però, una forte nevicata lo ha quasi del tutto distrutto. 
La rosa Clair Matin, in particolare, è rimasta senza alcun supporto. Eliminarla mi spiaceva perciò ho provato a farla crescere come un grosso cespuglio. Mi era stato detto che era una perdita di tempo e me ne ero anche convinta, ma quest'anno la rosa ha preso una forma niente male. Credo che il merito sia la mancanza di potatura, che le ha permesso di far crescere dei lunghi tralci arcuati... Non è da buttare, adesso, no?
Ecco com'è quest'anno la mia Clair Matin: la base è l'unica parte spoglia, che però le fa avere un aspetto ad alberello. 


Al culmine della fioritura



Ed ecco i fiori più da vicino.



I  fiori più vecchi assumono una colorazione più chiara, bianca al centro e rosa sul bordo dei petali.




E, per finire, uno scatto laterale!


Per una descrizione più accurata di questa bella rosa rampicante rimando a quest'altro post (link).

domenica 1 maggio 2016

Sorpresa, sorpresa! Gli iris Smokey Ring (Smoke Rings)


Una cosa è certa: non posso contare sulla mia memoria. Non ricordo mai dove pianto le cose e ne ho avuto l'ennesima conferma in questi giorni. 
Da tempo mi struggevo perché, esattamente come nel 2015, uno dei due tipi di iris che ho comprato la primavera scorsa, la Smokey Ring (o Smoke Rings), inspiegabilmente non sarebbe fiorito: cos'è capitato invece? Che, una volta sbocciata la prima iris del gruppo dei nuovi acquisti, mi sono resa conto che le iris senza boccioli erano in realtà le Napoleone (quelle che erano fiorite, invece, l'anno scorso). 
Meglio così, forse: vorrà dire che avrò visto entrambe dal vivo almeno una volta! In realtà spero che l'anno prossimo fioriscano tutte e due come le affidabili, buone, vecchie iris viola e bianche.
Ecco qualche informazione in più su questa iris.


- Tipologia

Iris barbata alta.

Introduzione

La Smokey Ring/Smoke Rings è stata introdotta nel 1971 da Jim/James Gibson, ibridatore di iris californiano molto prolifico, attivo tra gli Anni Quaranta e Ottanta del Novecento, vincitore di numerosi premi internazionali e considerato un pioniere nel campo dell'ibridazione di queste meravigliose  piante.
La Smokey Ring è stata a sua volta utilizzata per creare altre nuove varietà: se la ritrovano nell'albero genealogico una sessantina di iris.

Smokey Ring con Rosa chinensis mutabilis come sfondo
- Esposizione

Pieno sole.

- Periodo di fioritura

Fine aprile/maggio.
Non rifiorente.

Nel bocciolo, di dimensioni rilevanti, prevalgono il verde acido e il viola scuro


- Altezza

Nel mio giardino sono alte 90-100 cm
Le misure indicate in internet variano dagli 80 ai 120 cm.

- Fiori

I fiori sono molto grandi (12-15 cm) e i petali larghi e ondulati sui bordi. 
Il colore è fumoso, distribuito in maniera tutt'altro che piatta: si può dire che i petali sembrano essere stati colorati con un aerografo. Entrando più nel particolare:

A. Barba

Arancione chiaro.
Il colore arancio si spinge all'interno del fiore ma è pressochè invisibile frontalmente.


B. Vessilli

Malva chiaro. 
Bordi ondulati.

C. Ali

Fondo color crema con bordi ondulati malva. 
Nell'area più chiara sono solcate da sottilissime venature viola.
Sono caratterizzate, inoltre, da minuscoli puntini color malva nella zona del bordo che sfuma verso il crema.



- Fogliame

Verde azzurrognolo a forma di spada.
Sparisce d'inverno.

- Profumo

Il profumo di queste iris è piuttosto intenso: è la mia prima e per ora unica iris profumata.

Dall'alto si può ammirare l'interno aranciato della Smokey Ring, pressochè invisibile dall'esterno

- Riproduzione

Divisione dei rizomi.


- Accostamenti


Sarò banale, ma  il mio accostamento preferito è quello con le rose. 
Le mie iris Smokey Ring si trovano tra delle rose bianche e molto eteree, le Rival de Paestum, e un folto cespo di Stachys lanata. La Stachys è una perenne molto invadente e nei mesi scorsi ho dovuto estirparne un bel po' per lasciar respirare le iris: nessun rimpianto, comunque, dal momento che ricresce alla velocità della luce.

Smokey Ring accompagnata da rose Rival de Paestum e Stachys olimpica, quest'ultima non ancora fiorita


- Fonti


Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...