giovedì 24 luglio 2014

Barattolo germogliatore e croccanti semi di girasole

Un germoglio di girasole
Dopo l'insuccesso col germogliatore di terracotta ho deciso di provare  il barattolo germogliatore e ho scelto di provare uno dei tipi di seme più adatti a questo strumento, quelli di girasole (Heliantus annuus). 
Con il barattolo di vetro mi sono trovata molto bene! Essendo completamente chiuso, inoltre, lo trovo molto adatto per essere usato durante l'estate: gli insetti che inevitabilmente
girano per casa non si possono assolutamente infilare tra i germogli! 
I semi di girasole sono i più grandi con i quali mi sono cimentata e sono diventati i miei preferiti! Hanno un sapore intenso e anche le foglie sono croccantissime! Li abbiamo perfino mangiati sconditi come merendina pomeridiana! 
I semi germinano in 4-6 giorni: io li ho mangiati a 4 giorni di germinazione dato che si sono sviluppati molto velocemente forse per via del grande caldo dei giorni scorsi. 
Unico fastidio è che i tegumenti non erano completamente staccati dai germogli, perciò ho perso un po' di tempo a toglierli. Ci è voluto anche un po' più tempo rispetto agli altri per lavarli, ma ne è valsa la pena!
I semi di girasole vanno tenuti a temperatura ambiente, in buone condizioni di luminosità e bagnati tre volte al giorno.

Ecco com'è andata nei particolari! 

1. Si parte come sempre dall'ammollo per una notte...


Semi di girasole in ammollo una notte prima di andare nel barattolo germogliatore
Alla germinazione...

2. Primo giorno:
Fine del primo giorno
3. Secondo giorno:

Fine del secondo giorno

Particolare dei semi visti attraverso il vetro del barattolo germogliatore
4. Quarto giorno:

Quarto giorno
Ed eccoli nel piatto dopo un accurato lavaggio!


Conservazione


E' interessante il fatto che si possano conservare per ben una o due settimane in frigorifero! I miei sono finiti molto prima...

Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...