domenica 28 ottobre 2012

With or without you? Vecchie siepi o nuovi spazi?


Quest'anno ho attuato un cambiamento piuttosto radicale, che ponderavo da parecchio tempo: l'eliminazione di una fila di sei rose ht, due bianche, due gialle e due rosse. 
Avevo piantato quelle rose in occasione del rifacimento del giardino del 2004. In quell'occasione questo mix psichedelico di colori mi era sembrato favoloso ma dopo aver imparato a conoscere nuove piante e aver iniziato a osservare giardini in internet, i miei gusti sono cambiati radicalmente... Ora preferisco i contrasti di colore meno netti e, soprattutto, non sopporto il portamento rigido, le dimensioni pacchiane dei fiori e la mancanza di foglie alla base che contraddistinguono le rose ht che avevo scelto allora. 
La rimozione di queste rose è stata preceduta dall'eliminazione (a malincuore) di altre due piante: si trattava di due meravigliosi cespugli di lavanda che a causa di una forte nevicata avevano perso la loro forma tondeggiante ed erano diventati assolutamente antiestetici.

venerdì 19 ottobre 2012

Ottobre tra rose, bacche e frutti


Ottobre è un mese in cui si può ancora trascorrere molto tempo in giardino: nel mio regna una certa confusione, fatta di arbusti cresciuti a dismisura, con rami ormai più simili a liane impazzite. 
La rosa Golden Celebration si è allungata all'interno della chioma del ciliegio che la affianca facendone fare capolino all'esterno, verso la strada, due splendide corolle gialle.
La rosa Kathleen cerca spazio oltre l'archetto che le è stato assegnato e si pavoneggia con una vera e propria corona di bacche arancioni. 
La chinensis mutabilis continua a fiorire e con i suoi petali rosa e arancio va a far pendant con i melograni dell'albero poco lontano e con le bacche delle nandine che iniziano ora a prendere colore.


Il protagonista del giardino in questo momento dell'anno è proprio il piccolo albero di melograno carico di frutti tra il giallo, l'arancione e il rosa:

domenica 14 ottobre 2012

Un accostamento insolito: chinensis mutabilis e melograno

Stamattina, mentre attraversavo il giardino per recuperare l'automobile e andare al lavoro, mi sono bloccata: mi ero resa improvvisamente conto, infatti, dell'armonia di colori e forme  tra i fiori di Rosa chinensis mutabilis e i frutti di melograno!!
Me ne sono stata lì in mezzo impalata ad annuire da sola per diversi secondi con in testa una favolosa visione del grande cespuglio di rose sotto l'albero carico di frutti... 
La Rosa chinensis mutabilis e il melograno sono due piante di grande effetto ma sempre difficili da collocare accanto alle altre per via delle tinte forti e cangianti dei loro fiori e dei loro frutti: proprio per questo mi sento particolarmente orgogliosa di questa "scoperta"! 
Per ora posso vedere realizzato questo connubio solo qui, virtualmente, ma secondo me funzionerebbe molto bene anche nella realtà! Si tratta di un accostamento che prima di oggi avrei forse ritenuto ardito: adesso, al contrario, lo trovo vincente, specialmente per questo periodo dell'anno

lunedì 1 ottobre 2012

Bilancio di fine settembre

In questo momento il mio giardino è ancora piuttosto animato!
Ho fatto un veloce giro di fotografie per immortalare i protagonisti di questo fine mese! Eccoli!


Parte alta dell'archetto sul quale si arrampica la rosa Kathleen: è un'esplosione di bacche arancioni!

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...