venerdì 28 giugno 2013

Ma vogliamo parlare della poesia degli alberi a spalliera?

Dato che, come dicevo nei giorni scorsi, il mio giardino è stato colonizzato da uomini nerboruti intenti a scavare buche e trincee in ogni dove, io mi sto sbizzarrendo alla ricerca di idee "giardinicole" per il prossimo anno. Dopo aver scoperto le siepi viventi delle campagne inglesi, purtroppo difficilmente adottabili nel mio spazio ristretto, mi è venuto in mente che potrei pur sempre piantare un bell'albero a spalliera... Quand'ero piccola nella zona sud della casa fatalità c'era proprio un pero a spalliera!  Corsi e ricorsi storici?!?!?
Nel corso delle mie ricerche ho trovato una piccola guida illustrata su come impostare un albero a spalliera: la riporto con la traduzione in italiano! La mia traduzione non è sicuramente molto raffinata, ma i disegni rendono l'idea lo stesso! 
Stavo pensando che se anche non trovassi un posto dove piantare un albero da frutto qui a casa potrei sempre metterlo nell'orto che abbiamo nel campo a qualche centinaio di metri da qui...  Mi pare al di là di tutto una sfida nuova e interessante!

Un'idea per il 2014: Ortogiardino a Pordenone

Nei giorni scorsi mi è arrivata una richiesta che mi ha piacevolmente sorpresa: gli organizzatori del salone della floricoltura, orticoltura e florovivaismo Ortogiardino, che si svolge alla Fiera di Pordenone, mi ha hanno chiesto se mi andasse di segnalare sul mio blog l'edizione 2014 di questa importante manifestazione. Mi fa piacere parlarne dato che, oltre a trattarsi di un evento interessante per un'appassionata di giardinaggio come me, si svolge anche nel Nordest, la zona in cui vivo. 
Confesso che finora non ho mai avuto l'occasione di andarci, ma il prossimo anno potrebbe essere la volta buona! Ortogiardino si svolgerà dall'1 al 9 marzo 2014 e mi pare proprio che a quest'evento non manchino i numeri per attirare i visitatori: 300 espositori, il Festival dei Giardini, con in esposizione decine di giardini realizzati da progettisti e vivaisti italiani e stranieri, una mostra di arredi e decori per giardini e terrazzi e una dedicata tutta alle orchidee. Insomma, potrebbe essere una buona idea per passare una giornata un po' diversa dal solito! 
Ecco qui il link al sito di Ortogiardino dove si troveranno tutte le informazioni che riguardano la manifestazione!



mercoledì 26 giugno 2013

Giardino o campo minato?

Il giardino ora: peccato non aver fatto qualche scatto ieri con le buche
tutte aperte o stamattina con la betoniera all'opera!
Ma non si era detto che si doveva solo cambiare il cancello? 
Durante i lavori dei giorni scorsi, invece, sono stati scoperti tubi dell'acqua vetusti e fili elettrici consumati che necessitavano di essere sostituiti! La quantità di buche  da fare in giardino e la loro estensione, di conseguenza, è aumentata rispetto a quanto era stato precedentemente preventivato! Si trattava di riparazioni che andavano fatte per mantenere in ordine una casa che ha ormai i suoi annetti

domenica 23 giugno 2013

A caccia di ispirazione: i grillage viventi inglesi

Navigando in rete ho trovato l'immagine di un grillage (o forse un recinto basso) costituito dai rami di varie piante di salice (se non erro) intrecciati tra loro: la trovo un'idea meravigliosa! Mi sa di giardino delle fate! 



Leggendo qua e là ho scoperto che questa tecnica (detta in inglese pleaching o plashing) è stata comune nelle campagne e nei giardini inglesi dal Medioevo fino al XVIII secolo.  

venerdì 14 giugno 2013

Aggiornamenti dal terrazzo!

Da sempre a casa mia il terrazzo è il regno dei gerani! Ce ne sono letteralmente di tutti i colori! Si vede che si trova sotto l'egida di mia madre: lei, che si veste di scuro tutto l'anno,  per compensazione adora i fiori dai colori sgargianti!  
Il terrazzo è a forma di "l" ed è lungo e stretto, perciò difficile da fotografare! Oltretutto oggi il cielo era molto luminoso! Ho fatto comunque del mio meglio!
Nella prima immagine sulla destra spiccano anche delle ortensie: è il secondo anno che le abbiamo in terrazzo! Peccato che una delle due manifesti un'evidente carenza di ferro: eppure è stata comprata con quella che le sta di fianco, si trova in un vaso identico a quello dell'altra, il terriccio di entrambe proviene dalla stessa confezione e hanno passato l'inverno al riparo nello stesso posto! Misteri della natura! 
Il prossimo anno in ogni caso cureremo l'ortensia più bassa e pallida per tempo!
Altre piante che si possono individuare qua e là a riempire gli spazi del terrazzo sono Sedum, Yucca, e Liriope Muscari
Non si vedono in queste fotografie, ma ci sono, anche due enormi vasi di vecchie Aspidistre che servono a mimetizzare i bidoncini della raccolta differenziata in fondo al terrazzo! Poche piante resistono bene come loro a quell'angolo ventosissimo!

Dalla porta di casa...

venerdì 7 giugno 2013

Una perenne dalle foglie vellutate: la Stachys lanata

Lo scorso anno mi sono regalata tre nuove perenni: dei Geum Flames of Passion, morti già prima dell'inverno, dei Geranium Johnson's blue, che quest'anno sono cresciuti piuttosto stentarelli e una Stachys olimpyca. Quest'ultima è l'unica delle tre che mi sta dando delle belle soddisfazioni: oltre ad essersi allargata parecchio ne è addirittura nata un'altra piantina a qualche centimetro di distanza! 
La mia Stachys
Al momento la mia Stachys si trova in un posto senza senso perché risulta isolata in mezzo al prato. Probabilmente già il prossimo anno, però, non sarà più così: avevo parecchi dubbi sul da farsi  lo scorso inverno ma alla fine ho deciso di riportare quella zona allo stato "originario", aggiungendo attorno al sentiero circolare

mercoledì 5 giugno 2013

I progetti distruttivi del 2013

Non si può mai stare tranquilli con mio padre... Quest'anno gli è venuto il pallino di cambiare il cancello e la forma della recinzione. 
Gli avevo chiesto di aspettare l'autunno, così sarei stata più libera dal lavoro e avrei potuto trapiantare agevolmente le piante ma è stato tutto inutile! Mi ha detto "Sì sì!" e dopo due giorni avevamo già l'operaio con la ruspa a togliere i vecchi pilastri! Peccato che uno dei suddetti pilastri reggesse l'amata rosa Paul's Scarlett, la cui chioma adesso è buttata tutta da una parte come si vede in foto... 
Oltre a questo tutte le piante che si trovavano lungo la recinzione dalla parte opposta, in quello che io chiamo giardino ombroso, sono state asportate! 
Quell'uomo è inarrestabile!


Ecco cosa mi tocca sopportare: da notare a sinistra il fantastico cancello provvisorio, 
sempre opera del mio genitore, del peso di una tonnellata. Per aprire bisogna essere
Hulk.

sabato 1 giugno 2013

Classifica 2013 della fioritura delle mie rose

Mi piacciono così tanto le classifiche... Anche quest'anno quindi non può mancare quella delle fioriture delle mie rose! 
Il confronto con la classifica 2012 mostra un certo ritardo delle fioriture! Visto il clima autunnale di questa primavera non poteva andare diversamente!
Innanzitutto c'è una grande sorpresa: la prima a fiorire non è stata come al solito la banksiae lutea ma la cinese Rival de Paestum, che l'anno scorso aveva ottenuto la medaglia di bronzo! Ultime a fiorire sono state le rose antiche nella zona dietro al garage, la posizione più ombrosa in cui abbia inserito delle rose. 
Ecco, dunque la classifica dell'anno:

1. Rival de Paestum (rosa cinese) → 23 aprile
2. Rosa banksiae lutea (rosa banksiae) → 25 aprile
3. Rosa chinensis mutabilis (rosa cinese) → 27 aprile
4. Safrano (rosa tea) → 2 maggio
5. Paul's Scarlet Climber (rampicante moderna) → 7 maggio

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...