lunedì 31 maggio 2010

Gli irrinunciabili geranium... Che non sono i gerani!

Geranium sanguineum Cedric Morris
Ecco un'altra pianta alla quale non potrei più rinunciare: il geranium!

GERANIUM O PELARGONIUM?
Non si tratta di quello che comunemente viene indicato come geranio, il cui nome in realtà è pelargonium. Quest'ultimo è molto diverso dal geranium anche per quanto riguarda la forma del fiore: mentre quello del geranium è formato da cinque petali regolari, quello del pelargonium è costituito da due petali superiori con forma, colore o dimensioni diverse dai tre inferiori.

CARATTERISTICHE
L'aspetto del geranium è molto campestre e delicato: piantato in gruppi di tre nel mio piccolo giardino ha creato dei densi cuscini fioriti di 40-50 cm di altezza e altrettanto di larghezza che restano fioriti molto a lungo.
Geranium sanguineum Elsbeth
Io ne ho di due varietà: il geranium sanguineum Elsbeth e il geranium sanguineum Cedric Morris, ma di certo in futuro aggiungerò qualche pezzo alla mia collezione!
Ho comprato entrambi in un vivaio stupendo, alle porte di Treviso, vale a dire il famoso Priola: le loro schede indicano come periodo di fioritura dei miei geranium i mesi di luglio e agosto: in realtà sono in fiore da fine aprile e lo scorso anno qualche fiore lo hanno regalato per tutta l'estate.
Si tratta di piante descritte come adatte alla mezz'ombra ma, essendomene invaghita, li ho comprati anche se avevo posto per loro solo in pieno sole: devo dire che non hanno avuto ugualmente nessun problema, non hanno mostrato alcun segno di sofferenza!
Ho letto che tagliare rasoterra queste varietà alte dopo la prima fioritura stimola la seconda: ci vorrei provare ma non so se ne avrò il coraggio... Magari su un gruppo soltanto.... Così da testare in prima persona l'effetto che fa!
Geranium Cedric Morris con Nigella
damascena, Golden Celebration e Grace


UTILIZZI IN GIARDINO
Questi geranium sono ideali per coprire la base delle rose che, specialmente nel caso delle HT, tende a spogliarsi, o comunque per stare in primo piano in un'aiuola; li vedo bene anche ai lati di un vialetto. Sia l'Elsbeth che il Cedric Morris hanno fiori grandi color porpora, sebbene con tonalità leggermente diverse.


ABBINAMENTI
Il tono porpora dei miei geranium è gradevole sia con le rose di tutti i colori: ne ho di accostati a una Golden Celebration (giallo dorato), a una Gertrude Jekyll (rosa intenso) e a una White Meidiland (bianco). Un accostamento sperimentato casualmente ma molto gradevole è quello con una graminacea, la Stipa tenuissima.

Geranium Sanguineum Elsbeth e rosa Gertrude Jekyll


venerdì 28 maggio 2010

La mia prima rosa: Golden Celebration


Fino a pochissimi anni fa le rose non mi piacevano affatto perché conoscevo solo il genere HT: queste ultime hanno un portamento eretto, fiori grandi dal bocciolo affusolato e adatti a essere recisi; esistono invece molti altri gruppi di rose completamente diverse per forma del fiore e del cespuglio oltre che per rifiorenza e profumo.


CARATTERISTICHE

Con un piccolo ospite...
- FIORI E PROFUMO

Ecco la prima rosa che ho acquistato tre anni fa: si tratta di Golden Celebration (Austin, 1992), una rosa inglese rifiorente dal colore giallo brillante e dall'intenso profumo fruttato che secondo me dovrebbe trovarsi nel giardino di chiunque ami questo colore! 
Il fiore di questa rosa è stradoppio e di 12 cm di diametro circa.



- DIMENSIONI E PORTAMENTO

Quest'anno il cespuglio ha raggiunto dimensioni davvero ragguardevoli: sarà alto almeno 180 cm e altrettanto largo! Alcuni rami si allungano ancora di più e tentano di arrampicarsi sul ciliegio che li affianca! L'altezza del cespuglio rispetto a quella indicata da Austin è decisamente superiore, tant'è vero che Golden Celebration si potrebbe utilizzare oltre che come grosso cespuglio anche come piccolo rampicante! 
E' il primo anno che poto personalmente le mie rose perciò non so se la forma del cespuglio reggerà anche nei prossimi mesi! 


Con un altro piccolo ospite...
- RESISTENZA

L'unico problema della mia Golden Celebration è legato agli argidi: è una delle loro rose preferite, purtroppo! Contro questi bruchetti c'è poco da fare oltre a eliminare i rami dai quali sono sbucati... Solo Confidor!


- ABBINAMENTI

Golden Celebration e Geranium Cedric Morris
La rosa si trova sotto un piccolo ciliegio e ai suoi piedi l'anno scorso ho posizionato tre piantine di Geranium Sanguineum Cedric Morris, il cui color porpora si accosta molto bene al giallo della Golden Celebration: ne sono proprio soddisfatta... Ai geranii si mescolano anche le nigelle damascene azzurre: queste ultime sono molto decorative, ma anche invasive, anzi, infestanti. 
Da sinistra: rose Jude the Obscure, Grace, Golden Celebration e Chinensis mutabilis 
Golden Celebration si trova all'interno di una aiuola con altre due rose inglesi, Jude the Obscure e Grace, che avevo scelto perché le credevo simili per colore e dimensioni: in realtà rispetto a queste ultime la Golden Celebration si è dimostrata un vero e proprio mostro... E' grande almeno il doppio! 


Golden Celebration e Cornus dalle foglie variegate



Macera macera macera...

Oggi mi sono finalmente decisa a filtrare un "elisir" anti-afidi all'aglio che avevo creato qualche tempo fa.
Spruzzato un paio di volte la settimana il problema degli afidi si ridimensiona notevolmente e, cosa più importante, si tratta di un intruglio piuttosto naturale! Comunque... La pozione doveva restare a macerare 3-4 giorni ma la mia pigrizia e la sparizione improvvisa degli afidi nemici (causa piogge) mi hanno portata ad abbandonarla per due lunghe settimane... Il risultato? La puzza d'aglio ha appestato l'intero garage, l'auto e adesso anche me che la ho filtrata! Questo intruglio non allontanerà soltanto gli afidi, ma anche i vampiri e tutti gli esseri animati e inanimati nel giro di un chilometro quadrato! Ops...


giovedì 27 maggio 2010

Perché un blog? Perché il giardinaggio?

Rosa Golden Celebration
Questo blog è un modo per parlare del mio giardino quanto e quando mi va. Chi non condivide con te una passione non la trova interessante e la sua mancanza di interesse la sminuisce. Mi è spesso capitato di essere guardata con perplessità per la mia passione per le piante: il giardinaggio non è infatti una passione diffusa, se non a livello superficiale. 
Il giardinaggio è invece un’arte: la figura del giardiniere è estremamente affascinante perché egli crea un ambiente artificiale, piegando la natura ai propri desideri ed è un po’ un pittore e un po’ poeta nell'accostare i colori e le forme di fiori e foglie nello spazio più o meno ristretto di cui si occupa.
Fare giardinaggio non significa solo piantare, innaffiare e concimare ma, come scriveva Herman Hesse, serve “alla meditazione, alla tessitura dei fili della fantasia e alla concentrazione degli stati d’animo”. 
Io non sono una grande giardiniera: non sono Gertrude Jekyll, non sono Vita Sackville-West … Qui ci siamo solo io e il mio piccolo giardino…

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...