venerdì 30 marzo 2012

Potature estreme 2012

Non amo potare severamente le rose perché ho imparato a farlo da sola e di conseguenza non sono mai sicura al cento per cento del mio metodo e del risultato finale. Proprio per questo  preferisco avere il dubbio di aver lasciato le mie piante più rigogliose del necessario piuttosto che il contrario: ho un blocco nei confronti dei tagli drastici! 
Il caro giardiniere Luigino, che ogni anno viene a potare gli alberi del giardino, quindi, è la mia nemesi: anche quest'anno, come del resto ogni anno, ha pensato di aggiustare un paio di mie potature a suo parere indecise... Ingenuamente gli ho chiesto di eliminare dalla Paul's Scarlet Climber un ramo molto grosso e poi sono me ne sono andata via! Libero di agire indisturbato, con la scusa di quel ramo mi ha rasato a zero non solo la Paul's Scarlet, ma anche la vicina Phyllis Bide. Ha detto di riferirmi che secondo lui avevano bisogno di essere rinnovate... Io ho fatto mezzo infarto... E dire che ci avevo messo una settimana a tagliare i rametti di tutte e due come piaceva a me! Me le guardavo anche da lontano tutta soddisfatta... Sembravo Leonardo davanti alla Gioconda... Invece! Zac! 

1. La Paul's Scarlet Climber l'anno scorso in versione esuberante non stava tanto male...
2. Eccola dopo il forzato lifting...    

Quest'altra opera terribile invece è tutta mia: in quel momento dovevo essere posseduta da un'entità sterminatrice... Siccome sotto quella rosa Clair Matin parcheggio l'automobile, volevo guidare i rami della rosa lungo dei supporti, in modo che le spine non mi graffino più la carrozzeria. Purtroppo mentre sfoltivo i rami ero con mio padre (altro amante delle potature estreme) e non so come, di tutta la pianta è rimasta questa roba qua... 

1. La Clair Matin l'anno scorso era in versione cespuglio
2. Quest'anno dovrebbe essere in versione rampicante... Ma forse ho esagerato...

Attendo maggio con curiosità misto a terrore!


domenica 25 marzo 2012

Narcisi ed errori da principianti coi bulbi

Mai tagliare le foglie dei bulbi prima che si siano seccate naturalmente!
Credo che sia quasi impossibile trovare un giardino senza narcisi in questo periodo dell'anno! Il mio di certo ne è pieno!
Adesso mi pare addirittura scontato ma, oltre a una posizione soleggiata, l'unica cosa davvero importante per avere dei bulbi fioriferi è non tagliarne le foglie prima che siano appassite naturalmente! Eliminandole, infatti, si impedisce che, attraverso la fotosintesi messa in atto dalle foglie, il bulbo accumuli le sostanze nutritive necessarie per tornare a fiorire l'anno successivo!
Tagliarle presto è un errore da principianti del quale in passato, manco a dirlo,  mi sono macchiata! 
Mio padre è un maniaco dell'ordine ed era molto disturbato dalle foglie che restano ad ingiallire dopo la fioritura dei narcisi, così ha cominciato a tagliarle tutte quante. All'inizio si accaniva solo su un gruppo di narcisi che, trovandosi in piena ombra, non aveva mai fiorito, in seguito su tutti quanti. Mi sono resa conto che anche gli altri narcisi sottoposti a questo trattamento cominciavano a produrre meno fiori. Prima che fosse troppo tardi per prima cosa mi sono decisa a spostare al sole i bulbi che non fiorivano mai: un lavoraccio, visto che erano almeno una cinquantina... In secondo luogo ho chiesto al mio appassionato sforbiciatore di lasciar stare per una volta le foglie dei narcisi dopo la fioritura. Naturalmente da allora tutti i narcisi fioriscono che è una meraviglia! E lo sforbiciatore è molto deluso di non poter più operare... 
Sono particolarmente orgogliosa di quella cinquantina di bulbi che non fiorivano da almeno una decina di anni: sono quelli di questa foto! Bel risultato, no?

sabato 24 marzo 2012

I colori accesi della primavera

Ecco i fiori che da sempre spuntano per primi nel mio giardino! Si tratta di quelli più classici della primavera: narcisi, giacinti, muscari e violette selvatiche! Forse sono scontati, ma li trovo di grande impatto visivo ed emotivo! Quando vedo dalla finestra questi gialli e questi blu squillanti non posso che essere allegra! Significa che l'inverno è ormai passato! Largo a questi colorati ambasciatori della bella stagione!
Scrivo sempre di piante che ho scelto (più o meno accuratamente), ma anche queste violette selvatiche nate spontaneamente non sono niente male... Mi piacciono in special modo quelle viola! Sono sempre gradevoli da vedere, nonostante l'invadenza!



Violette tra le radici del vecchio 
glicine
Una violetta si nasconde dietro 
a una foglia...



























Ecco  gli immancabili narcisi! Sono abbaglianti!

Narcisi gialli a tinta unita

Narcisi gialli bicolore

Proseguiamo con i giacintiCol passare degli anni nella zona ombreggiata del mio giardino si è formata una fascia di giacinti lunga un metro e larga almeno una cinquantina di centimetri: sono tutti bulbi provenienti da quelle composizioni floreali che si trovano spesso al mercato o in supermercato in primavera! L'effetto è strepitoso quando la pianta è fiorita; peccato che, quando le foglie sono da sole e appassiscono, come ricordo di questo spettacolo resta solo un brutto disordine! 

Tanti, tanti giacinti blu...


Infine sono ancora pochi ma io attendo pazientemente che si moltiplichino questi bei muscari che mi ha regalato una zia un paio di anni fa! Purtroppo sono costretta a tenerli allineati come soldatini sul bordo di un'aiuola, ma questi piccoletti devono essere stupendi lasciati crescere liberamente in mezzo a un prato non sfalciato... Purtroppo non dispongo di abbastanza spazio per concedermi questi esperimenti! 


I piccoli muscari  tra la Stipa Tenuissima

Alle prossime fioriture!

venerdì 23 marzo 2012

Ritorno con la primavera!

Uno dei tanti classici narcisi che colorano in questo momento il mio piccolo giardino

La primavera è arrivata e mi sono resa conto di aver trascurato per diversi mesi questo mio piccolo spazio e di non aver nemmeno risposto a qualche domanda... Purtroppo non le avevo proprio viste! 
Ma ho intenzione di rimediare a tutto prestissimo! 

Le foto dei primi fiori sono già pronte per essere pubblicate e anche quelle di qualche nuovo monstrum ospitato dal mio giardino: potature estreme, rimozioni dolorose, verniciature grottesche... Non manca proprio niente per una nuova ed esaltante stagione di giardinaggio! 


Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...