venerdì 19 luglio 2013

Pierre de Ronsard... Reloaded!



AGGIORNAMENTI:

- Immagini 2014 (fiori e arbusto cresciuto)


1. Un bocciolo con i tipici colori rosa e verde mela
e un fiore che si sta schiudendo...
Ho già una volta dedicato un approfondimento alla rosa Pierre de Ronsard/Eden Rose 88: era il 2011 e nonostante la possedessi da qualche anno, non ne conoscevo ancora appieno le potenzialità. Ora che è passato un po' di tempo è giunto il momento di aggiornare quelle mie prime impressioni alla luce dell'esperienza accumulata: ho deciso, quindi di rivisitare la  mia vecchia "recensione"!

Introduzione

Pierre de Ronsard è una rosa rampicante messa in commercio dalla Meilland nel 1985 ed è oggi una delle rose rampicanti più conosciute e diffuse nel mondo.

martedì 16 luglio 2013

E' confermato: la Pierre de Ronsard rifiorisce!

La seconda fioritura della Pierre de Ronsard è molto meno opulenta della prima ma c'è!  
I fiori hanno un colore un po' diverso rispetto alla primavera: il rosa non è concentrato sulle punte dei petali ma è distribuito più uniformemente. 





lunedì 15 luglio 2013

I primi fiori delle mie nuove ortensie

Lo scorso aprile ho comprato due nuove ortensie, l'Hydrangea quercifolia e l'Hydrangea paniculata Limelight (ne scrivevo qui). Ero curiosissima di osservarne i primi fiori: eccoli qui! 
La quercifolia è fiorita prima della paniculata: in questo momento, infatti, quest'ultima è in piena fioritura mentre la quercifolia sta sfiorendo (come le macrophylla). Per comodità, però, ne inserisco le fotografie insieme! 
La quercifolia ha infiorescenze  di colore bianco candido mentre la Limelight le ha di un bianco che sfuma verso il giallo e il verde.
Le piante, essendo arrivate da poco, sono ancora piccoline ma sono certa che il prossimo anno cresceranno un sacco! Non vedo l'ora che raggiungano le loro dimensioni definitive!  
Per ora me le godo così! Sono molto soddisfatta dei miei acquisti! Cresce la voglia di altre ortensie!

Infiorescenza della mia nuova Hydrangea quercifolia

Infiorescenza della mia nuova Hydrangea paniculata Limelight

domenica 7 luglio 2013

La mia biblioteca si arricchisce: "Impariamo a potare. L'arte delle forbici in giardino, nel frutteto, sul balcone"

Da lungo tempo non compravo un libro di giardinaggio: ero alla ricerca di un libro che parlasse di potatura in maniera semplice ma non riuscivo a trovare niente che mi ispirasse. Nei giorni scorsi mentre visitavo il blog "About garden" ho visto citare all'interno di un post un libro proprio sull'argomento: Impariamo a potare. L'arte delle forbici in giardino, nel frutteto, sul balcone a cura di Mimma Pallavicini. Il titolo mi ha subito incuriosita così ne ho cercato qualche anteprima su internet. Ho trovato l'indice, che mi è sembrato interessante e ho proceduto con l'acquisto: il libro mi è arrivato un paio di giorni fa e ne sono entusiasta. Appena avrò tempo mi metterò a vedere gli altri titoli della collana sul giardinaggio alla quale appartiene perché credo che potrei trovare qualche altra chicca! 
Innanzitutto questo piccolo manuale è scritto in maniera essenziale, chiara e semplice e le spiegazioni sono corredate da tante fotografie e disegni esplicativi. I disegni mi saranno di certo molto utili quando mi metterò all'opera il prossimo anno.  In secondo luogo  l'argomento viene affrontato sotto tutti gli aspetti, al partire dal perché si pota fino a quali sono e come vanno manutenuti gli strumenti. Viene spiegato quali sono i diversi tipi di potatura e come potare rose, arbusti, siepi, rampicanti, alberi da frutto e ornamentali.  
Si parla perfino di un argomento che mi aveva intrigato proprio negli ultimi tempi, quello degli alberi a spalliera! Sarà un capitolo da rileggere con grande attenzione! Nel capitolo sui rampicanti ho gradito molto il fatto che si facessero esempi specifici: si spiega come potare glicini, caprifogli, clematidi, bouganvillea e gelsomino. Idem anche per la cimatura delle verdure nell'orto. Io ho un caprifoglio che non sapevo di dover potare per rendere più pieno: adesso capisco perché abbia un aspetto così vuoto e spettinato! Dovrò, inoltre, aggiornare i miei appunti sulla potatura delle rose con le indicazioni trovate qui! 
Per finire.... Il prezzo del libro è veramente ridotto: 6,90 €. Insomma, concordo con About garden sul fatto che il suo acquisto è da consigliare!



IL LIBRO:

Pallavicini M., "Impariamo a potare. L'arte delle forbici in giardino, nel frutteto, sul balcone", Vallardi 2012.

lunedì 1 luglio 2013

Bocche di leone e ricordi d'infanzia

Da piccolissima la mia pianta preferita dell'allora orto-giardino dei nonni era senza ombra di dubbio la Bocca di leone, nome comune dell'Antirrhinum majus. A mio parere una delle cose più belle dell'infanzia è la capacità di divertirsi per ore con un semplice bastoncino o una pietruzza colorata che la fantasia riesce a trasformare in tanti oggetti diversi e portentosi: io  ad esempio mi divertivo a strappare i fiori dalle spighe delle Bocche di leone  per poi premerli ai lati e farli ruggire spaventosamente...
Sull'onda di questi ricordi diversi anni fa ho reintrodotto queste annuali nel giardino e le ho seminate a terra. In seguito le ho dovute eliminare perché troppo disordinate: le spighe diventavano altissime e al primo accenno di vento si prostravano antiesteticamente a terra. Siccome ci tenevo ad averle, ho seminato gli  Antirrhinum dentro un paio di vasi di coccio che tengo ora accanto alla fontana per coprire un tombino. Ogni anno si riseminano da soli e spuntano di colori sempre diversi. Riempiono egregiamente i due vasi rendendoli allegri in questo periodo in cui nel resto del giardino si vedono poche fioriture.



Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...