mercoledì 7 maggio 2014

Una rosa bourbon striata: la Variegata di Bologna


Chi l'avrebbe mai detto che avrei amato così tanto anche le rose striate? Non mi stancherei mai di guardare le mie due rose screziate, la Variegata di Bologna, sulla quale mi dilungherò adesso,  e l'Incomparable d'Auteuil!!!
L'avversione per le rose striate mi è passata dopo averne viste di antiche dal vivo! Ho scoperto così che le rose variegate non mi spiacciono purchè non si tratti di ht con colori stridenti tra loro. 

LA MIA VARIEGATA DI BOLOGNA

La mia Variegata di Bologna ha tre anni. Comprata a radice nuda dal vivaio olandese Tuincentrum Lottum, ha cominciato a fiorire dal secondo anno. Quest'anno sta fiorendo molto più della prima volta quindi adesso spero di vedere qualche rosa anche a fine estate!


CARATTERISTICHE GENERALI



- STORIA

La Variegata di Bologna è stata ibridata nel 1909 da Massimiliano Lodi e commercializzata da Bonfiglioli. 
Potrebbe trattarsi di uno sport di un'altra rosa bourbon, la Victor Emmanuel, ma non è cosa certa.
La Variegata di Bologna è la mia unica rosa bourbon: questo gruppo di rose ha una storia interessante. 

- Una brevissima digressione sulle rose bourbon...

Le rose bourbon prendono il nome dall'isola di Bourbon (ora Reunion), dove nel 1817 ne fu individuata la prima varietà, la rosa Eduard, frutto di un incrocio tra la Rosa chinensis Parson's Pink China e la Rosa x damascena bifera. Dall'incrocio di questa prima rosa con rose cinesi e tea nacquero le successive varietà di bourbon. Le bourbon si diffusero rapidamente per il loro profumo intenso e la rifiorenza ed erano utilizzate spesso per decorare pilastri e definire aiuole.  


- DIMENSIONI

La mia Variegata di Bologna è al terzo anno e quindi è ancora piccolina ma potrà arrivare ai 3 m di altezza  e 2 di larghezza.


- PORTAMENTO 

La Variegata di Bologna forma un cespuglio alto.
I rami sono sottili e si piegano sotto il peso dei fiori, per questo ho appena fatto disporre quattro paletti attorno all'arbusto in modo da sorreggerlo. 

- FIORI

Il fiore della Variegata di Bologna è globulare e ricco di petali (una cinquantina). 
I petali sono bianchi striati di rosso ciliegia

- RIFIORENZA

La Variegata di Bologna rifiorisce occasionalmente
L'anno scorso la mia non lo ha fatto, ma quest'anno la terrò d'occhio e tiferò per lei!


- PROFUMO

Abbastanza intenso.

- POSIZIONE E UTILIZZI 

La Variegata di Bologna forma un arbusto molto imponente e come tutte le rose ama il sole. 
Al vivaio "La Campanella" è utilizzato come arbusto isolato. Anch'io nel mio piccolo giardino, quindi, la ho piantata solitaria: attendo che diventi gigantesca, insomma! Per ora è così!
I fiori recisi sono meravigliosi  nei bouquet! Ne ho trovato un esempio qui.


La mia Variegata di Bologna nel suo insieme con tanto di sostegni.



Fonti: HelpMeFind; Vivaio Anna Peyron; Az. Agricola L'Ippocastano

Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...