giovedì 10 giugno 2010

La pianta che si pettina: Stipa tenuissima

Stipa Tenuissima con le spighe, Geranium Sanguineum Elsbeth e, ben nascosto, qualche Erigeron Karviskianus
Ho riscoperto le graminacee piuttosto di recente, guardando foto di giardini altrui, qualche giornale e addirittura alcune nuove aiuole pubbliche: pare anzi che stiano diventando di moda! Le graminacee non mi attraggono quando sono le protagoniste delle aiuole, ma quando fanno da comprimarie: mi piace, infatti, come incorniciano i colori e le forme delle altre piante fiorite con la loro forma sottile e allungata.
Per questo apprezzo le graminacee di piccola taglia, come la Stipa Tenuissima, una sempreverde che trovo sempre più graziosa.
La mia ha ormai 3 anni e finalmente è esplosa in tutta la sua bellezza: da 10 cm scarsi ormai svetta, anzi, ondeggia, sui 70-80 cm! Il meglio di sé lo da infatti quando soffia il vento, che la fa danzare in maniera ipnotica, e quando il sole ne fa risaltare tutte le tonalità di colore, che vanno dal verde chiaro al platino. Le spighe compaiono all'inizio dell'estate e sono di colore dorato.
Posizionata in pieno sole, io la ho accostata all'Erigeron Karviskianus ma l'abbinamento per ora non si può apprezzare più di tanto: gli Erigeron non si decidono infatti a creare il bel cuscinetto di fiori che mi aspettavo! In compenso i lunghi "capelli" della Stipa si sono adagiati anche sulla zona dei Geranium, creando un effetto altrettanto piacevole. In futuro ne posizionerò sicuramente qualche altra piantina in giro per il giardino, magari accanto alle rose: si tratta un abbinamento che viene spesso decantato e che non potrò farmi mancare per sempre!
Per finire posso aggiungere che la Stipa Tenuissima è adatta anche al giardiniere più distratto: non ha bisogno di nessuna cura se non di qualche bella pettinata... E intendo letteralmente! Pettinarla permette infatti di eliminare le parti secche della pianta stimolando così la crescita di nuove foglie! E giù di pettine, allora!


Stipa Tenuissima in versione primaverile,  con Muscari (fine marzo 2015)

Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...