sabato 4 aprile 2015

"Castelli aperti. In primavera: fiori, acque e castelli" a Strassoldo

La settimana scorsa nel piccolo borgo medievale di Strassoldo, in provincia di Udine, si è svolta la manifestazione Castelli aperti. In primavera: fiori, acque e castelli . 
Vari conoscenti me ne avevano parlato negli anni scorsi e mi avevano consigliato di farci un salto, dato che sono un'appassionata di storia e di piante. Domenica scorsa, finalmente, ci sono andata! 

Il Castello di Sopra di Strassoldo
Strassoldo è un borgo rurale ancora di proprietà della famiglia che più di mille anni fa ne ordinò l'edificazione,  la famiglia dei conti di Strassoldo.
Strassoldo è attraversato da corsi d'acqua di risorgiva ed è circondato da un grande parco seicentesco. Purtroppo sono arrivata in ritardo per la visita guidata della contessa al parco: ma è solo rimandata!
Il borgo è formato da diversi edifici che anticamente avevano
precise funzioni amministrative o agricole e che sono stati completamente ristrutturati in anni recenti.

Due volte l'anno il Castello di Sopra, la Cancelleria, la Pileria, il Folador e il parco vengono aperti al pubblico e ospitano selezionati artigiani, decoratori e antiquari che propongono manufatti pregiati nei materiali più diversi: carta, pelle, ferro, stoffe preziose, legno, ceramica, fiori secchi, pizzi, paglia... C'é davvero l'imbarazzo della scelta. All'interno del Castello si trovano mobili antichi originali impreziositi da composizioni floreali; anche le scale e i pianerrottoli sono decorati con tralci fioriti e musicisti suonano musica classica negli angoli più evocativi del borgo.

Il Castello di Sopra di Strassoldo
La zona del brolo, che dovrebbe essere stato l'orto o il frutteto, è dedicata ai vivaisti. L'offerta è piuttosto vasta e originale: si potevano acquistare aromatiche, erbacee perenni, rose e piante da frutto antiche: queste ultime mi hanno stuzzicata parecchio!

Aromatiche in vendita nell'area vivaisti
Stand di perenni nell'area vivaisti
Perenni davanti alla cancelleria di Strassoldo
Frutti antichi nell'area vivaisti
Nell'area vivaisti erano in vendita anche i kokedama, piante inserite in sfere di terra  ricoperte di muschio e tenute insieme da fil di ferro. Queste sfere si possono tenere sospese oppure appoggiare su ciotole piatte. Non ne avevo mai visti dal vivo, nonostante io mi sia ripromessa già da qualche anno di crearne uno da sola! Devo assolutamente portare a termine questo progetto!

Kokedama sospesi 
Kokedama di ranuncolo
Nell'area del brolo era presente anche un artigiano che realizza delle favolose decorazioni per il giardino in ferro battuto. Mi sono innamorata di questi uccellini colorati: perché non ne ho comprato uno? Sarà per la prossima volta...


Infine non ho potuto fare a meno di immortalare questi alberelli da frutto a spalliera... Una mia vecchia e mai sopita passione! (link)


Ma ecco qualche altro angolo romantico di Strassoldo!

Il mulino della pileria del riso

Confluenza tra il fiume Taglio e il canale Milleacque vista dal brolo

Ponte di pietra sulla Peschiera: sulla sinistra si vede una parte del Castello di Sotto

E, per finire la giornata in bellezza, Strassoldo mi ha salutata con questo suggestivo tramonto!


Per informazioni più dettagliate su Strassoldo, le manifestazioni e le modalità di visita:

- http://www.castellodistrassoldo.it/html/castello.html
- http://castellodistrassoldo.it/blog/

Fonte dell'immagine: link


Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...