lunedì 12 settembre 2016

Il disordine di fine estate tra vecchie e nuove fioriture

Hydrangea paniculata Limelight e aquilegia secca
Il mese di settembre è uno dei miei mesi preferiti: mi piace osservare il passaggio dall'estate all'autunno, con i colori della foglie e dei fiori che si scaldano e poi attenuano fino a diventare spettrali... Ho intenzione di godermi tutto questo, dato che quest'estate ho completamente abbandonato il giardino a se stesso. Fortunatamente negli ultimi anni ho inserito delle piante che sono delle vere e proprie "salvavita" per l'aspetto del giardino sia in fase estiva che autunnale, come le ortensie e le echinacee.

Echinacea purpurea Magnus

Echinacea purpurea White Swan

Oltre a loro c'è ancora qualche rosa fiorita, come l'indistruttibile White Meidiland, la Clair Matin e la Pierre de Ronsard

Rosa White Meidiland
I colori della Pierre de Ronsard sono più vivaci d'autunno. La luce soffusa di questo periodo dona particolarmente a questa romanticissima rosa. 

Rosa Pierre de Ronsard
C'è anche qualche pianta in piena fioritura, come la fucsia regalataci anni fa dalla mia bisnonna, che ho spostato di recente in una nuova posizione, che per fortuna è stata gradita.



Sta fiorendo in questi giorni anche il Sedum, pianta forse umile ma indistruttibile e ottima comprimaria per un sacco di altre perenni più vistose. Le dedicherò di sicuro un post a parte prossimamente. I suoi minuscoli fiori stellati sembrano delle nuvole. 


Sedum e Clematis


Ed eccolo, il giardino, un po' in disordine: diciamo che ha il fascino del "bello e dannato"!



Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...