mercoledì 5 giugno 2013

I progetti distruttivi del 2013

Non si può mai stare tranquilli con mio padre... Quest'anno gli è venuto il pallino di cambiare il cancello e la forma della recinzione. 
Gli avevo chiesto di aspettare l'autunno, così sarei stata più libera dal lavoro e avrei potuto trapiantare agevolmente le piante ma è stato tutto inutile! Mi ha detto "Sì sì!" e dopo due giorni avevamo già l'operaio con la ruspa a togliere i vecchi pilastri! Peccato che uno dei suddetti pilastri reggesse l'amata rosa Paul's Scarlett, la cui chioma adesso è buttata tutta da una parte come si vede in foto... 
Oltre a questo tutte le piante che si trovavano lungo la recinzione dalla parte opposta, in quello che io chiamo giardino ombroso, sono state asportate! 
Quell'uomo è inarrestabile!


Ecco cosa mi tocca sopportare: da notare a sinistra il fantastico cancello provvisorio, 
sempre opera del mio genitore, del peso di una tonnellata. Per aprire bisogna essere
Hulk.

2 commenti:

  1. E oggi voleva spostarmi una clematis: lo ho fermato ma chissà se terrà davvero le mani in tasca...! :)

    RispondiElimina

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...