venerdì 29 marzo 2013

Ode al bosso

Un bosso come quello che si trovava nel mio giardino tanti anni fa!
Quando attendo la primavera penso sempre a come potrei arricchire le aiuole del mio piccolo giardino. 
In questi giorni mi sono persa nei ricordi "giardinistici" d'infanzia, quando al posto della zona principale del giardino c'era l'orto. L'orto era delimitato su due lati da una striscia di terra larga un paio di metri riempita da fiori misti e qualche sempreverde scelto da mio nonno (un giardiniere burberissimo che mi ha trasmesso, però, la passione per le piante). Nell'angolo in cui si trova adesso la rosa Paul's Scarlet c'era un favoloso bosso alto e largo circa 50 cm topiato nella classica forma sferica: aveva persino un nome, era Il Puffo! Se lo si toccava sembrava di accarezzare una pelliccia! Che bei ricordi!

Il bosso è un arbusto sempreverde molto compatto, con foglie ovali piccolissime (circa un cm di lunghezza), lucide davanti e opache sul retro.

Produce  anche dei piccoli fiori chiari, di scarsissimo interesse: la bellezza del bosso sta esclusivamente nel suo fitto fogliame.
Esistono diverse varietà di bosso: alcuni possono raggiungere addirittura i 2-4 m mentre altri  sono nani, adatti a creare quelle bordure alte pochi centimetri che delimitano spesso le aiuole nei vecchi giardini. 
Il bosso è la pianta simbolo dei giardini all'italiana: è, infatti, l'arbusto più indicato per essere topiato, ovvero potato in forme regolari. Il cespuglio mantiene la forma che gli viene conferita per lungo tempo, perché ha una crescita lentissima. Il bosso mi piace potato a sfera o in altre forme geometriche ma lo trovo veramente kitch quando viene modellato a forma di animaletto o cose simili. 
Ancora mi chiedo perché mio padre abbia sradicato il nostro favoloso bosso sferico! Quando lo ho visto con le radici all'aria mi sono messa le mani nei capelli! Ero arrivata troppo tardi per protestare contro la sua rimozione! Il mio cruccio è che starebbe ancora bene proprio lì dov'era: immagino questa grossa sfera verde e compatta accanto alle rose... Ordine e caos affiancati: delizioso!
Il bosso è tornato prepotentemente nella mia lista dei desideri! So già che ci vorranno un sacco di anni perché un nuovo esemplare raggiunga le dimensioni del buon vecchio Puffo, ma sarò paziente! 
Oggi quindi ode al bosso, che propongo in qualche immagine trovata in rete! 

Bosso, sarai di nuovo mio!

Le classiche sfere di bosso in vaso di terracotta: intramontabili!
Il bosso è ideale per creare siepi topiate intricate come queste!
(Giardini di Villa Lante , Bagnaia -VT-)
Un accostamento tra bossi topiati ed erbacee dall'aspetto più disordinato :
un tipo di abbinamento che mi piace moltissimo!

Un salotto di bosso:  suggestivo ma eccessivamente stravagante  
per il giardino di casa! (Parco di Séricourt, Francia)
Ecco: questo  per me è indubbiamente  troppo...


Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...