venerdì 4 novembre 2011

Sono arrivate le mie nuove rose!!! Guida all'impianto delle rose a radice nuda

Quest'estate, visto che in primavera è stata liberata una striscia di terreno dietro al garage di casa, mi è venuta l'idea di creare un nuovo piccolo viale di rose. Credevo sarebbe stato solo un esercizio intellettuale, invece in questi giorni il progetto ha cominciato a trasformarsi in realtà! Il vialetto sarà formato da rose antiche, quindi a fioritura unica, e una volta completato sarà lungo sette/otto metri: costituirà una piccola e nascosta sorpresa primaverile per chi passeggerà in giardino! 
Le rose a radice nuda che ho ordinato qualche giorno fa da un vivaio olandese (il Tuincentrum Lottumsono arrivate ieri! In tempi rapidissimi! E' la seconda volta che acquisto rose a radice nuda: la prima volta me le sono fatte arrivare a fine gennaio dal celeberrimo Vivaio La Campanella! Tutte le piante che ho comprato in quell'occasione hanno attecchito: spero di essere altrettanto fortunata questa volta!

Le rose appena arrivate e legate insieme: questo
era il momento del controllo qualità da parte della
mia assistente...
MA QUALI SONO I VANTAGGI E GLI SVANTAGGI DI PIANTARE ROSE A RADICE NUDA?
I vantaggi delle rose a radice nuda sono almeno due: 
1. si può vedere l'apparato radicale della pianta e quindi si può capire se è di buona qualità;
2. Essendo le rose spedite in periodo di riposo, quando riprendono a vegetare in primavera è per loro più facile ambientarsi nel terreno rispetto a quelle in vaso.
Il solo svantaggio che trovo nell'acquisto di una rosa a radice nuda è che bisogna sapere fin dall'inizio che pianta si vuole e quindi informarsi su tutte le sue caratteristiche, in primo luogo sulle sue dimensioni! Per chi è pigro questo può rivelarsi proibitivo!


ECCO COME SI PIANTA UNA ROSA A RADICE NUDA!
PRELIMINARI
Le mie cinque piante di oggi sono arrivate legate insieme, inserite all'interno di un sacco di plastica e poste all'interno di uno scatola di cartone. Una volta slegate ho visto che avevano tutte un sacco di radici e anche molti rami: l'unica un po' striminzita era la Ypsilanti, ma chissà... Magari diventerà la più rigogliosa di tutte! 
La disposizione delle rose  in giardino era già stata decisa, perciò il lavoro di impianto è proceduto piuttosto velocemente. Le rose sono state sistemate a poco più di un metro di distanza tra loro, alternando due esemplari di colore rosa a due di color porpora. Un'ultima rosa, variegata, è stata posizionata più lontano, solitaria, perché so che diventerà più alta e larga delle altre quattro e accanto a loro contrasterebbe troppo per dimensioni. 


La Cardinal de Richielieu
1. Innanzitutto bisogna preparare una bella buca: 
la buca deve essere abbastanza profonda (circa 50 cm) e la terra deve essere il più possibile lavorata in modo che le radici riescano in seguito  a farsi strada più facilmente al suo interno. 
2. Sul fondo della buca bisogna mettere dell'argilla espansa (io avevo a disposizione questa), sassolini o comunque del materiale adatto a mantenere il terreno ben drenato: è fondamentale per le rose, infatti, che non ci siano ristagni d'acqua nel posto in cui sono piantate. 
3. Il punto d'innesto della rosa deve essere a livello del terreno per sfavorire la formazione di polloni.
4. Una volta riempita la buca bisogna pressare bene la terra intorno alla rosa in modo da farla scendere bene al suo interno. Se è rimasto un buco lo si deve riempire con altra terra. 
5. Per ultima cosa io innaffio sempre la pianta per far scendere ancora meglio la terra ed essere ancora più sicura che non siano rimasti dei vuoti all'interno della buca. E questo è tutto!  


L'ultima cosa da fare è pazientare fino a primavera!!! Facile, no? No...!

La Variegata di Bologna
Il risultato finale: dalla più vicina alla più lontana
si vedonoTuscany Superb, Cardinal de Richelieu,
Du Maitre d'Ecole e Ypsilanti

1 commento:

  1. Io non ho il pollice molto verde, anche se ultimamente devo dire sta migliorando, ma trovo molto appassionante leggere con quanta dedizione ti prendi cura delle tue piante...magari imparo qualcosa!
    Grazie per essere passata da me!

    RispondiElimina

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...