venerdì 3 luglio 2015

La lunga fioritura dell'Echinacea purpurea


La scorsa estate mi sono a messa a caccia di perenni a fioritura estiva e i miei acquisti mi hanno dato e stanno dando grandi soddisfazioni. 
L'Echinacea purpurea Magnus è la mia beniamina, forse perché è la pianta dai fiori più vistosi o forse per via di quei petali che con l'andare dei giorni si piegano sempre più verso il basso, conferendo a questi "margheritoni" un aspetto particolarmente rustico. 
L'Echinacea mi ha entusiasmata a tal punto che ne ho comprate varie piante anche questa primavera. E' un peccato
che contemporaneamente alle nuove echinacee sia arrivata in giardino un'orda di lumache assatanate: sono riuscita a salvare dalla loro furia solo una pianta su quattro, una Echinacea purpurea White Swan

L'Echinacea purpurea Magnus a inizio fioritura
Echinacea purpurea White Swan a inizio fioritura

Ecco qualche informazione in più su questa meraviglia.

DESCRIZIONE

L'Echinacea è un'erbacea perenne rizomatosa originaria del nord America appartenente alla grande famiglia delle Asteracee.
Il nome Echinacea deriva dal greco ἐχῖνος, "riccio", e si riferisce agli aculei del cono centrale del capolino del fiore maturo. 
Le foglie sono semplici, lanceolate, di un verde scuro intenso.
I lunghi steli rigidi e robusti portano una sola vistosa infiorescenza a capolino. 
I petali dipartono come raggi da un bottone centrale di colore ramato che con il tempo assume una forma conica e ricoperta da spuntoni.
Mano a mano che il fiore matura i petali, inizialmente orizzontali,  si piegano verso il basso, assumendo così la tipica posizione "aerodinamica".
I fiori raggiungono un diametro di una decina di centimetri.



Fiore "giovane": i petali sono ancora in posizione orrizzontale
FIORITURA

La lunga fioritura è estiva: inizia  tra giugno e luglio.
L'Echinacea d'inverno sparisce per rispuntare a primavera, quando i narcisi iniziano a sfiorire. 
Si può decidere di non tagliare ma lasciar seccare le infiorescenze sulla pianta per aggiungere un punto d'interesse nel giardino durante i mesi invernali.

DIMENSIONI

Echinacea purpurea Magnus: 90-100 cm
Echinacea purpurea White Swan: 75-100 cm




RIPRODUZIONE

I cespi si possono dividere in primavera o in autunno.

La semina si può attuare a marzo/aprile. Da ciò che mi risulta i semi dovrebbero  germinare facilmente .

CURE

Le Echinacee non hanno particolari esigenze per quanto riguarda il terreno ma necessitano di essere poste in pieno sole per tutto il giorno. Se piantate all'ombra rischiano di fiorire poco o di non fiorire affatto.
Le Echinacee non temono freddo e siccità ma non tollerano i ristagni d'acqua.
Tagliare i fiori appassiti stimola e prolunga la fioritura. D'altro canto, se lasciati seccare sulla pianta, i fiori restano decorativi anche durante l' inverno.
È bene, infine, tenere le Echinacee riparate dai venti più forti per evitare che gli steli rovinino a terra. In condizioni di vento normale,  comunque,  non hanno alcun problema: gli steli sono molto resistenti.


Echinacea purpurea White Swan

UTILIZZI

Le Echinacee con i loro fiori svettanti  sono perfette per  il primo o il secondo piano di aiuole e bordure.
I fiori si prestano bene a essere recisi e anche seccati.
Le Echinacee,  infine, sono molto amate dalle farfalle: con qualche pianta di Echinacea attirarle in giardino  sarà una bazzecola!
In inverno, inoltre, se lasciati sulla pianta, i fiori possono fornire nutrimento agli uccelli.

ABBINAMENTI

Nel mio giardino ho posto le mie piantine di Echinacea purpurea Magnus al centro del giardino in una stretta bordura semicircolare. Sono affiancate da Perowskia atripicifolia Blue SpireVerbena Bonariensis, e Stachys lanata (adesso in fase di sfioritura).

Da sinistra a destra: spighe quasi sfiorite di Stachys, Perowskia, Echinacea e Verbena.
Echinacea Purpurea Magnus e Perowskia
L'altra Echinacea, la purpurea White Swan, è appena stata piantata accanto alla rosa Rival de Paestum, una bella piccola rosa rifiorente di colore bianco crema. E' ancora troppo presto per dire se sia un abbinamento davvero riuscito.
Altri accostamenti che non ho provato sono quelli con Aster, Astilbe, Coreopsis, Delphinium, Echinops, Eryngium, Graminacee, Helenium, Nepeta, Scutellaria e Veronica.
Ecco qualche immagine interessante:
Echinacea con Scutellaria e Astilbe...

Foto di Clive Nichols (fonte)
Echinacea e graminacee...

Fonte
Echinacea e Liatris spicata...


Nessun commento:

Posta un commento

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...